• Mar. Lug 16th, 2024

Ghiacciai bollenti. Il cambiamento climatico arriva in vetta

DiMauro Bellucci

Gen 30, 2023

La fusione dei ghiacciai è il segnale più evidente del cambiamento climatico in atto, almeno agli occhi di chi va in montagna. Sulle Alpi, il regno della neve perenne ha gli anni contati, in particolare al di sotto dei 3500 metri di altezza. Gli alpinisti sono costretti a prestare attenzione a questo ulteriore elemento di rischio che impone nuove vie di accesso alla vetta e accorcia i periodi in cui effettuare la scalata. Per gli escursionisti di casa nostra, invece, attenzione ai colpi di calore e alle sorgenti, che potrebbero non essere più nei “soliti” posti.

La serata “Ghiacciai bollenti. Il cambiamento climatico arriva in vetta”, organizzata dal Comitato Scientifico Sezionale e dal Gruppo Alta Montagna del CAI di Sampierdarena, affronterà l’attuale cambiamento climatico illustrando le cause, gli effetti odierni, gli scenari futuri e le possibili azioni che ognuno può compiere per cercare di subire il meno possibile il tempo che verrà.

Relatore della serata l’ing. Federico Grasso, appassionato alpinista ed esperto di tematiche ambientali, che mostrerà i più recenti lavori dell’Ipcc, il panel intergovernativo sui cambiamenti climatici composto da migliaia di scienziati in rappresentanza di 195 paesi, alcuni video e i dati del 2022, un anno che ha assestato un duro colpo al regno del ghiaccio, e di cui si è spenta l’eco dopo la terribile tragedia della Marmolada.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *